Pavimenti in Resina o in micro cemento?

5 Buoni motivi per preferire il microcemento

microcemento o resina? cosa scegliere per i pavimenti di casa

Una delle soluzioni di interior design più interessanti e in voga negli ultimi anni è senza dubbio il pavimento in resina.

Perchè?
Molto spesso, la scelta di applicare questo tipo di rivestimento alla pavimentazione degli interni è dettata da una questione estetica (il colpo d’occhio della superficie continua è molto interessante, e si sposa bene con il design minimalista di tendenza in questi anni) e pratica, in quanto le superfici continue sono molto più semplici da pulire.

Se stai valutando anche tu di applicare un pavimento in resina nel tuo appartamento, magari perchè in questo modo puoi risparmiare sui costi di ristrutturazione della pavimentazione, o se sei un interior designer o un architetto appassionato dell’effetto estetico che un pavimento con superficie continua può garantirti, dovresti assolutamente leggere questo articolo.


Perchè?

Sebbene un pavimento in resina abbia molte qualità, non è sempre detto che sia la soluzione migliore per te, o per il tuo cliente.

Ma quali sono le alternative?

Microcemento: la vera alternativa ai pavimenti in resina

Se segui la mia pagina Facebook, questo blog, o hai visitato il mio sito web probabilmente lo conosci già: non è una resina, ma un rivestimento naturale a base cementizia spesso solo tre millimetri, che può essere applicato su qualsiasi superficie e per questo indicato sia per rimodernare mobili vecchi che per ristrutturare gli interni di un appartamento, compresa la pavimentazione.

 

pavimenti-in-cemento-per-interni-592-zoom

Posso applicarlo ovunque: anche sulle piastrelle, sul legno o su superfici irregolari o curve.

Ma perchè preferire il micro cemento alla resina?

Di seguito analizzeremo le differenze tra resina e microcemento, e troveremo 5 buoni motivi per cui dovresti sempre preferire questo rivestimento a base cementizia alle resine.

Microcemento vs Resina: composizione chimica

Partiamo innanzitutto col dire che la resina è un materiale sintetico, frutto di particolari processi chimici di sintesi, mentre il microcemento è un rivestimento naturale, di origine mineraria.

La sua composizione chimica lo rende di fatto resistente anche al sole o al gelo, quindi può essere utilizzato anche per le pavimentazioni, al contrario delle resine.

 

Microcemento vs Resina: resistenza alle sollecitazioni

Rispetto a un pavimento in resina, che ha già una grande resistenza alle sollecitazioni, la particolare struttura del MicroCemento lo rende ancora più resistente a scalfiture, abrasioni e altri danni derivanti da urti accidentali.

Non esistono superfici industruttibili, ma il microcemento è certamente una delle più resistenti.

E nello sciagurato, quanto improbabile (ma non impossibile) caso in cui si danneggiasse?

E così arriviamo al punto 3.

 

Microcemento vs Resina: possibilità di riparazione

Nel caso in cui una superficie in resina dovesse danneggiarsi, beh, sono problemi.

Perchè?
Perchè non è possibile rimediare al danno senza che questo diventi invisibile.

E nel micro cemento?

Grazie ai suoi effetti, come lo spatolato o il nuvolato, il microcemento rende totalmente invisibile l’eventuale intervento di riparazione.
Te lo ripeto: stiamo parlando di qualcosa ai limiti dell’impossibile, ma è bene immaginare anche questa ipotesi.

Ma c’è di più!
Poniamo il caso che un tubo dell’impianto idrico del tuo appartamento si rompa.

Questo è un grosso problema: in questi casi è necessario distruggere il pavimento per accedere al punto in cui è necessario effettuare la pavimentazione, e solo dopo, ricostruire il pavimento.

Se avete un pavimento in resina, sarà necessario intervenire su tutta la superficie calpestabile (e non solo sul punto in cui si è verificato il danno) per ricreare una pavimentazione uniforme.

Il che vuol dire che se il punto danneggiato dall’intervento idraulico è di un mq, dovreste sostenere dei costi di riapplicazione della resina per TUTTA la superficie calpestabile, e non per il solo mq interessato.

Con Microcemento, invece, interverrò solo sul punto interessato e ricostruisco la stessa identica superficie pre esistente, senza lasciare alcuna traccia della riparazione.

 

Micro cemento vs Resina: possibilità di applicazione

I pavimenti in resina possono essere sovrapposti ai pavimenti esistenti, evitando la rimozione degli stessi con notevole risparmio di tempo e denaro. E’ vero.

Infatti, molto spesso si sceglie un pavimento in resina per una questione di praticità e di risparmio: esattamente come nel MicroCemento, potrai trasformare il tuo pavimento senza demolirlo o distruggere la superficie pre-esistente.

Eppure, anche qui vince il micro cemento.

Perchè?
Te lo spiego subito.

Se il pavimento è in perfette condizioni, puoi usare tranquillamente la resina e creare splendide superfici continue, pratiche e facilmente lavabili (anche se credo che se sei arrivato a questo punto del post, probabilmente non sei così sicuro di applicare la resina per pavimenti ma stai valutando anche delle alternative).

Ma cosa succede su superfici danneggiate?

La presenza di rotture, crepe e microcavillature nel supporto di base sono imperfezioni di cui lo strato di
resina risente, rendendo impossibile l'applicazione della resina.

In altre parole, non è sempre possibile applicare una pavimentazione in resina, proprio perchè questo materiale non riesce ad aderire su qualsiasi superficie.

Quindi, nel caso in cui volessi rifare il pavimento perchè è danneggiato, oppure nel caso più complesso di una ristrutturazione di interni, dovrai trovare un’alternativa alla resina.

Qualche idea?
Se hai pensato al micro cemento, hai pensato bene!

Grazie allo speciale trattamento da effettuarsi preventivamente all’applicazione, posso rendere qualsiasi superficie adatta all’applicazione del MicroCemento.

Non mi dilungherò molto sulla questione, ma se vuoi approfondire puoi farlo in questo post, dove spiego come applicare il micrcemento su qualsiasi superficie.


Micro cemento vs Resina: alterazioni cromatiche

Se avete scelto una resina epossidica per la pavimentazione dei vostri interni, forse vi siete già resi conto che questa tende ad ingiallire precocemente, a causa della limitata resistenza ai raggi UV.
E non si può fare proprio nulla: sebbene esistano additivi antiUV, questi hanno solo un’azione ritardante, ma non eliminano il problema.

Al contrario delle resine il microcemento ha un’elevatissima resistenza agli agenti atmosferici, compresa la luce e i raggi UV.

Le resine, in generale, presentano una pellicola protettiva che ne garantisce resistenza e lucidità: una volta che questa viene consumata, inizia un processo di alterazione cromatica e di opacizzazione dello stesso materiale.

Il microcemento, invece, mantiene per molti anni la stessa luminosità e lo stesso colore, e necessità di manutenzione praticamente nulla.

Sei ancora indeciso tra un pavimento in micro cemento e una pavimentazione in resina?

Possiamo parlarne!

Contattami al 3342101873 oppure compila il form qui sotto.

Sarò felice di spiegarti nel dettaglio tutte le caratteristiche del MicroCemento e farti toccare con mano la qualità di questa affascinante soluzione per creare pavimenti a superficie continua per la tua casa o ufficio.

Nessun commento ancora

Lascia un commento